Categorie
AS Roma Interviste

Lino Aldrovandi: “Il volto di mio figlio unisce i tifosi d’Italia”

Roma-Spal è la partita di Federico Aldrovandi. Da un lato la squadra della città in cui è nato e in cui quattro agenti in divisa lo hanno ucciso senza un motivo. Dall’altro Roma, il luogo dove in un’aula di tribunale la lotta dei suoi genitori per la verità ha finalmente ottenuto un riconoscimento. Roma-Spal è la partita di Federico anche perché l’anno scorso divenne tristemente famosa per il divieto d’accesso imposto alla bandiera con il suo volto, portata da Ferrara dai tifosi spallini. Ed è proprio il papà Lino a ricordarlo a Il Romanista: «Quel drappo di stoffa non è un’offesa verso nessuno. È una forma umana di esprimere non il colore della propria squadra, ma quello della vita. È il rispetto verso un ragazzo ucciso senza una ragione una maledetta domenica mattina. Quando per la prima volta vidi quella bandiera mi si aprì il cuore. Io l’ho sempre intesa come un segno di pace. La presenza del suo volto farebbe bene anche all’immagine della polizia, ma da parte di alcuni a volte si continua a cercare di mettere la polvere sotto al tappeto».

Continua a leggere su “Il Romanista”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...